SWR Symphonieorchester 2021/22 – Teodor Currentzis e Alexandre Kantorow

wp-1642774586393
Foto ©swrclassic.de

A dispetto degli ostacoli che il governo del Baden-Württemberg pone continuamente, con un’ ostinazione degna di miglior causa, l’ attività delle istituzioni musicali di Stuttgart prosegue in maniera abbastanza regolare. Anche la SWR Symphonieorchester continua la serie dei concerti in abbonamento alla Liederhalle, il cui quarto appuntamento vedeva il ritorno di Teodor Currentzis sul podio del complesso di cui ha deciso di rimanere Chefdirigent anche per i prossimi tre anni. I programmi impaginati dal direttore greco-russo riflettono sempre l’ originalità delle sue concezioni musicali e anche in questo caso la serata era davvero di grande interesse per l’ accostamento del Secondo Concerto per pianoforte di Brahms con due lavori del repertorio contemporaneo.

Superato il momento di disagio che io provo sempre quando vedo un’ orchestra mascherata con le orride pezze facciali, oltretutto ulteriormente aggravato dalla vista di una sala semivuota, il concerto iniziava con Les offrandes oubliées, meditazione sinfonica in tre parti composta nel 1930 da Olivier Messiaen. Si tratta della prima partitura sinfonica creata dal compositore avignonese, in cui sono ancora evidenti i caratteri stilistici appresi dal suo maestro Paul Dukas, soprattutto per quanto riguarda la strumentazione. Come spiega lo stesso Messiaen in una prefazione allegata alla partitura, le tre parti del lavoro, un tempo centrale di atmosfera tempestosa incorniciato da due moviventi lenti, vogliono descrivere l’ oubli de l’ homme devant le sacrifice du Christ. Si tratta quindi di un primo saggio di quei contenuti mistici che sono una tra le caratteristiche principali nella produzione del maestro francese. Currentzis, con il suo gusto per l’ analisi timbrica e la ricerca sulle sonorità strumentali, è un interprete pressochè ideale di brani come questo, in cui la SWR Symphonieorchester sotto la sua guida ha prodotto colori orchestrali davvero di prima scelta.

Come solista per questa serata la SWR aveva invitato Vadym Kholodenko, che ha cancellato l’ impegno per motivi di salute ed è stato sostituito dal ventiquattrenne pianista francese Alexandre Kantorow, figlio del celebre violinista Jean-Jacques e balzato di colpo alla notorierà internazionale nel 2019 con la vittoria del primo premio e del Grand Prix al Concorso Tchaikowsky di Mosca. Da quel che abbiamo ascoltato in questa esibizione, si tratta senza alcun dubbio di un talento davvero molto notevole. Il Secondo Concerto op. 83 di Brahms è una pagina che pone diversi problemi dal punto di vista esecutivo, sia in termini di equilibrio tra solista e orchestra che per quanto riguarda la resa d’ insieme. Currentzis e Kantorow ne hanno realizzato un’ interpretazione molto pregevole, basata su tempi abbastanza stretti e attentissima nell’ evitare quel tono di retorica muscolare tipico di troppe esecuzioni. Dal punto di vista pianistico, la lettura di Kantorow era assolutamente impeccabile per chiarezza e lucidità di un fraseggio sempre nitido anche nei passaggi complessi come i trilli di terze e le ottave in pianissimo nel primo movimento, il cui assolo introduttivo è stato suonato con perfetta precisione dal cornista Dominik Zinsstag. La raffinatezza dei dialoghi tra pianoforte e fiati nell’ Andante, La raffinatezza dei dialoghi tra pianoforte e fiati nell’ Andante, con i lunghi passi concertanti eseguiti impeccabilmente dal violoncellista Frank-Michael Guttmann,  e il tono di cameristica raffinatezza conferito da Kantorow e Currentzis allo Scherzo e al Finale erano le caratteristiche principali di un’ esecuzione notevolissima per originalità di concezione e penetrazione stilistica. Alexandre Kantorow ha ripagato le ovazioni trionfali tributategli dal pubblico della Liederhalle con tre fuori programma: il Lied brahmsiano “Immer leiser wird mein Schlummer” suonato in duo amcora con Guttmann, il finale della Suite da L’ Oiseau de feux di Strawinsky nella trascrizione pianistica di Guido Agosti e il Sonetto 104 dalla seconda parte degli Années de pèlerinage di Liszt .

Nella seconda parte, Currentzis e la SWR Symphonieorchester hanno presentato Splinters of ebullient rebellion, una partitura del 2018 con cui la compositrice svedese Malin Bång vinse il premio per la migliore composizione orchestrale ai Donaueschinger Musiktage. Nata nel 1974 a Sävedalen, nella sua musica, Malin Bång esplora diversi tipi di atmosfere concentrandosi su fisicità, movimento ed energia. Nelle sue note biografiche l‘ artista definisce il materiale musicale da lei utilizzato in base al suo livello di attrito per creare uno spettro di azioni imprevedibili e contrastanti, che vanno dal tono intimo e appena udibile sino al duro e quasi brutale. Spesso nella sua scrittura l’ artista inserisce anche i rumori della vita quotidiana, come appunto il ticchettio delle macchine da scrivere, l’ uso di diversi oggetti come strumenti a percussione e gli interventi parlati degli orchestrali nel lavoro ascoltato in questa serata, per espandere la gamma sonora e suggerire che il contenuto musicale può essere modellato da qualsiasi mezzo utile allo scopo artistico. Le influenze del postserialismo e della musica concreta vengono utilizzate dall’ autrice con la massima libertà, e il risultato è davvero molto interessante all’ ascolto. La lettura di Teodor Currentzis è stata assolutamente impeccabile nella puntigliosa ricerca degli effetti sonori che il direttore greco-russo ha maturato in lunghi anni di frequentazione del repertorio contemporaneo e la SWR Symphonieorchester ha potuto mettere in mostra tutto il suo virtuisismo e la familiarità con la musica del nostro tempo. Grande successo alla conclusione, con lunghi applausi per l’ orchestra e il direttore da parte dei 500 spettatori ammessi al concerto.

Pubblicato da

mozart2006

Teacher, freelance musical journalist and blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.