Internationale Hugo-Wolf-Akademie – “Par tous les sens”

wp-1630700175536.jpg
Foto ©IHWA

La vita musicale di Stuttgart sta riprendendo il suo corso regolare e anche la Internationale Hugo-Wolf-Akademie, l’ istituzione didattica e concertistica fondata nel 1967 a Stuttgart dal compositore Hermann Reutter che richiamò in vita il progetto dell’ Hugo-Wolf-Verein la cui attività ebbe inizio nel 1898 per merito dell’ avvocato Hugo Faißt, amico intimo e sostenitore dell’ artista, ha inaugurato la sua stagione. Protagonisti della serata inaugurale erano il quarantaquattrenne baritono olandese Thomas Oliemans, artista dalla carriera internazionale importante soprattutto nel repertorio concertistico, e il pianista brasiliano Marcelo Amaral, allievo del celebre Helmut Deutsch e oggi considerato uno tra i musicisti più competenti nel repertorio liederistico, che dal 2010 ricopre il ruolo di consulente artistico della Hugo-Wolf-Akademie. In programma una scelta di pagine tratte dal mondo della musica vocale da camera francese, impaginate con gusto assai raffinato.

wp-1630693957744.jpg
Foto ©Mozart2006

La scelta dei brani costituiva un bel panorama illustrativo dei maggiori cultori di questo genere nella civiltà musicale francese del suo tempo; l’ unica, se non si considera l’ attività dei grandi compositori russi, che in qualche misura sia riuscita a non scomparire del tutto nel confronto con la fioritura stupenda del Lied tedesco. Thomas Oliemans ha dimostrato di essere un fraseggiatore capace di soluzioni molto interessanti e originali, anche se la voce non presenta particolari attrattive a livello timbrico. Particolarmente riuscita mi È parsa l’ esecuzione dei brani tratti dal ciclo La bonne chanson di Gabierl Fauré, uno tra i vertici della lirica vocale francese,e della produzione di un compositore capace di risolvere in modo molto personale ilprofondo influsso stilistico che la scrittura wagneriana esercitò sui compositori francesi di questa generazione, in termini musicali tradottosi soprattutto in un impiego molto insistito delle armonie cromatiche. Ma anche l’ esecuzione dei brani di Poulenc e Debussy è apparsa stilisticamente molto appropriata. Anche la concentrazione espressiva, il tono scrupoloso e meditato del fraseggio, l’ attenzione al respiro melodico e la cura mostrata da Marcelo Amaral nel rendere le sfumature della parte pianistica assecondando alla perfezione il canto rendevano l’ esecuzione sicuramente molto pregevole.

Come fuori programma, i due artisti hanno eseguito un brano di Poulenc su testo di Apollinaire  e la celebre Chanson à boire tratta dal ciclo Don Quichotte à Dulcinée di Maurice Ravel, ultima composizione scritta da Ravel, prima che lo colpisse la devastante malattia cerebrale che per quattro anni non gli permise di fissare sul pentagramma una sola nota e lo condusse alla tomba, nonostante il riposo e i lunghi soggiorni in Svizzera, in Marocco e in Spagna. Il lavoro, basato su tre poemi scritti da Paul Morand, era stato commissionato per un film dedicato alla figura del celebre protagonista del romanzo di Miguel Cervantes, con la regìa di Georg Wilhelm Pabst e con la parte di Don Chisciotte interpretata dal celebre basso russo Fédor Saljapin. Il progetto alla fine andò in porto con le musiche di Jacques Ibert, in quanto Ravel, già alle prese con i primi sintomi della malattia, non potè consegnare in tempo la partitura che venne eseguita per la prima volta ai Concerts Colonne a Parigi il 1° dicembre 1934 sotto la direzione di Paul Paray e nell’ interpretazione del baritono Martial Singher. Ottima conclusione per quella che nel complesso è stata senza dubbio una bella serata di musica. Ora che la situazione volge alla normalità e non sembrano più esserci pericoli di chiusura dei teatri, la vita musicale di Stuttgart tornerà sicuramente ad offrirci appuntamenti di grande livello.

Pubblicità

Pubblicato da

mozart2006

Teacher, freelance musical journalist and blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.