SWR Vokalensemble – Baltikum

Foto ©swrclassic.de

La stagione concertistica dell’ SWR Vokalensemble si è conclusa con un concerto dedicato alla musica corale contemporanea dei paesi baltici. È sempre una bella esperienza andare ad ascoltare questo straordinario complesso vocale, che oggi è considerato uno tra gli ensembles musicali tedeschi più affermati e prestigiosi a livello internazionale. A partire dalle prime prove tenutesi nella primavera del 1946 in un locale della Neckarstraße sotto la denominazione di Kammerchor von Radio Stuttgart in una città semidistrutta dopo la fine della guerra, l’ SWR Vokalensemble, pur eseguendo abitualmente il grande repertorio corale classico, ha focalizzato il suo lavoro sull’ esecuzione della musica vocale contemporanea imponendosi nel corso degli ultimi decenni come formazione di riferimento nel campo della Neue Musik. Più di 250 prime esecuzioni assolute di brani composti da autori come Luigi Nono, Penderecki, Carl Orff, Mauricio Kagel, Peter Eötvös, Wolfgang Rihm, Stockhausen, Hans Zender e Vinko Globokar, esibizioni internazionali presso tutti i massimi festival, una cospicua serie di incisioni discografiche insignite dei massimi riconoscimenti come il Preis der Deutschen Schallplattenkritik, il Diapason d’ Or, il premio Choc de la musique e per quattro volte l’ Echo Klassik Preis sono solo alcuni fra i risultati che testimoniano l’ eccellenza assoluta dell’ SWR Vokalensemble, oggi considerato unanimemente dagli specialisti del settore come il miglior coro attivo nel campo della musica contemporanea. Il complesso svolge anche un intenso lavoro nel campo della divulgazione musicale tramite collaborazioni con le scuole e con i numerosi cori amatoriali attivi nel circondario di Stuttgart oltre a un’ attività didattica svolta tramite la SWR Vokalensemble Akademie per la preparazione degli studenti di canto e di composizione in collaborazione con la Musikhochschule di Stuttgart, i cui allievi dei corsi superiori hanno la possibilità di prendere parte alle prove e ai concerti.

Foto ©swrclassic.de

Anche in questa occasione il concerto si teneva nella Evangelische Kirche di Gaisburg, quartiere di Stuttgart situato nella parte orientale della città, un tempo ricco di edifici storici e oggi sede di grossi insediamenti industriali. L’ edificio è situato posizione sopralevata, con una splendida vista panoramica. Come detto dal titolo, il programma era dedicato a composizioni per coro da camera scritte negli ultimi decenni da autori originari dei paesi baltici. La musica dei compositori estoni, lettoni e lituani è stata resa popolare in occidente da musicisti come Gidon Kremer il cui gruppo Kremerata Baltica, da lui fondato nel 1997, è composto appunto da 27 musicisti nativi di quei paesi. Nei decenni successivi, musicisti come Mariss Jansons, Andris Nelsons e Baiba Skride sono arrivati a occupare posizioni preminenti nella vita concertistica internazionale. Il primo musicista baltico che elaborò uno stile autenticamente nazionale fu il lituano Mikalojus Konstantinas Čiurlionis, Successivamente, durante gli anni dell’ occupazione sovietica, il canto, raro spazio di libertà concesso ai popoli baltici, diventa un vero e proprio simbolo della resistenza. In un certo senso, gli abitanti delle tre repubbliche baltiche possono a buon diritto affermare di avere conqistato l’ indipendenza con il canto. Nell’ agosto del 1989, più di un quarto della popolazione si riunì in una catena umana lunga seicento chilometri da Tallin fino a Vilnius e poi a Riga. Da questa iniziativa sono state influenzate molte delle composizioni presenti nel programma del concerto. Alcune dei brani eseguiti riflettono questa atmosfera di resistenza politica, molte si riferiscono alla musica tradizionale popolare o alle peculiarità della luce e della natura, ma tutte le opere combinano un alto senso della ricerca timbrica con la raffinatezza della musica da camera.

All’ ascolto, il clima arcaico creato attraverso le combinazioni sonore immaginate dagli autori di queste musiche ha un effetto quasi ipnotico sull’ ascoltatore, per la raffinatezza straordinaria della scrittura e delle combinazioni timbriche da cui risultano atmosfere sonore di intensa spiritualità. Quarti di tono, uso dei modi antichi e melodie ortodosse si mescolano in maniera straordinariamente ricercata. Musica interessantissima, sotto tutti i punti di vista, oltretutto di presa immediata anche al primo ascolto per la qualità delle melodie e il clima di sospensione temporale creato dalla scrittura. Per quanto riguarda l’ esecuzione, è difficile trovare aggettivi adeguati a descrivere la bravura incredibile e la perfezione tecnica con cui l’ SWR Vokalensemble è in grado di eseguire questo tipo di musiche. Sotto la guida attentissima e scrupolosa di Marcus Creed il coro ha esibito una serie di virtuosismi timbrici davvero di altissima scuola e una sbalorditiva gamma dinamica e coloristica nel mettere in evidenza tutte le preziosità di scrittura e tutte le complesse strutture formali dei brani eseguiti. Eccellente anche la prestazione della violoncellista Severine Ballon nella parte concertante di Plonge, brano composto nel 2015 da Justė Janulytė, trentasettenne compositrice che nel suo curriculum vanta anche studi compiuti con Alessandro Solbiati e Luca Francesconi. Un concerto veramente di altissimo livello, piena conferma in della statura artistica straordinaria di un complesso corale che attualmente ha ben pochi rivali al mondo nell’ interpretazione di questo tipo di repertorio. Il pubblico ha seguito con una concentrazione ammirevole queste due ore di musica e alla fine ha tributato un successo trionfale a Marcus Creed e ai cantanti del gruppo, giusta conclusione per una serata assolutamente esemplare nella sua elevatissima qualità artistica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.