Esther Dierkes e Björn Bürger – “Beziehungsweise”

Foto ©IHWA/FB

Esther Dierkes e Björn Burger sono due tra i giovani cantanti più promettenti del panorama musicale tedesco. Ho giá avuto modo di parlare della ventottenne cantante originaria di Münster per alcune sue recite qui alla Staatsoper Stuttgart, in cui l’ avevo segnalata come un soprano di ottime potenzialità. Non avevo invece ancora ascoltato dal vivo Björn Bürger, trentatreenne baritono nativo di Darmstadt che in questi ultimi anni si è segnalato all’ attenzione della stampa internazionale per i suoi successi a Glyndebourne come Figaro nel Barbiere di Rossini e Harlekin in Ariadne auf Naxos. A questi due giovani e simpatici artisti, marito e moglie nella vita, la Staatsoper Stuttgart ha affidato la seconda Liederabend del ciclo che si tiene nel foyer del teatro, organizzato in collaborazione con la Internationale Hugo-Wolf-Akademie.

Essendo una coppia anche nella vita reale, i due giovani cantanti hanno voluto presentare per il loro recital un programma basato in massima parte su pagine del Lied romantico dedicate al tema dell’ amore, impaginato con grande raffinatezza in collaborazione con Helmut Deutsch, il celebre pianista che è il loro consigliere artistico e lavora nel repertorio liederistico insieme a quasi tutti i più grandi cantanti degli ultimi decenni. Dal punti di vista della resa vocale, la serata era senza dubbio pregevole. Esther Dierkes ha una bella voce di soprano lirico, omogenea in tutta la gamma e con una buona proiezione. Björn Burger, che come ho già detto ascoltavo qui per la prima volta, è un baritono davvero interessante per il colore timbrico di uno strumento gestito molto bene dal punto di vista tecnico e una musicalità davvero notevole, che gli permette scelte di fraseggio molto personali e rifinite nei dettagli. L’ esecuzione del ciclo An die ferne Geliebte di Beethoven, raccolta critta nell’ aprile del 1816 su testi di Alois Jeitteles, medico e letterato, che costituisce forse il primo esempio assoluto di ciclo liederistico unitario nell’ argomento e nella forma Durchkomponiert in cui i sei brani che la compongono si susseguono in una stretta relazione tonale e senza soluzioni di continuità, era davvero molto personale e caratterizzata da belle intuizioni di fraseggio come il tono trasognato del terzo Lied, “Wo die Berge so blau”.

Foto ©IHWA/FB

Esther Dierkes è una cantante che in futuro potrebbe dire cose notevoli nel repertorio liederistico, come si è potuto capire dalla sua intensa, passionale esecuzione del celebre Zueignung di Richard Strauss, inserita dopo il ciclo beethoveniano quasi come risposta, e di Der Jäger dai Sieben Lieder op. 95 di Brahms, interpretato con il giusto accento lirico e raffinate sfumature dinamiche. Ma le cose più belle della serata si sono ascoltate nei Lieder in forma di duetto: qui la Dierkes e Bürger hanno messo in mostra un’ intesa musicale e una capacità di scambiarsi reciprocamente colori e intenzioni interpretative davvero coinvolgenti. L’ elegante, spiritosissima lettura di Feinsliebchen, du sollst mir nicht barfuß geh’n, piccola e deliziosa perla tratta dai 49 Deutsche Volkslieder di Johannes Brahms, il tono intenso e concentrato nel fraseggio di Hast du von den Fischerkindern das alte Märchen vernommen? di Hans Pfitzner , l’ eleganza e intensità espressiva di Wenn ich ein Vöglein wär’ e Herbstlied dai Drei zweistimmige Lieder op. 43 di Schumann mostravano in pieno le qualità di questi due giovani cantanti già in possesso di una notevole maturità musicale e interpretativa. Il pubblico, che qui a Stuttgart interviene sempre numeroso alle Liederabende, ha applaudito a lungo i due artisti insieme a Götz Payer, il cui pianismo elegante e raffinato assecondava in maniera perfetta le intenzioni del canto. Come fuori programma, il Wiegenlied di Brahms rappresentava un omaggio al figlio della giovane coppia di cantanti, che nascerà nei prossimi mesi. Herzlichen Glückwunsch anche per questo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.