SWR Symphonieorchester – Abo-Konzert 6

Foto ©swrclassic.de
Foto ©swrclassic.de

Tra i direttori tedeschi della giovane generazione, David Afkham è a mio giudizio uno dei più dotati. Dopo aver diretto due volte con grande successo la RSO des SWR, il trentatreenne maestro originario di Freiburg è tornato alla Liederhalle per guidare la nuova SWR Symphonieorchester nel sesto concerto della stagione in abbonamento. David Afkham, che proviene da una famiglia con tradizioni musicali e ha un fratello che suona come violista nei Berliner Philharmoniker, dopo aver accumulato diverse esperienze significative da assistente di celebri bacchette come Bernard Haitink ed Herbert Blomstedt, si è fatto conoscere a livello internazionale nel 2010 con la vittoria nella prima edizione del “Nestlé and Salzburg Young Conductors Award”. Il giovane direttore ha recentemente debuttato con la Boston Symphony Orchestra e con altre grandi formazioni come la Concertgebouw Orckest, la London Symphony Orchestra, la Philharmonia Orchestra e la Cleveland Orchestra oltre a riscuotere grandi consensi per il suo lavoro come direttore principale della Orquesta Nacional de España. Consensi certamente ben meritati, visto che anche questa sua esibizione alla Liederhalle ha confermato che ci troviamo in presenza di un musicista molto preparato, in possesso di una tecnica direttoriale efficace espressa tramite un gesto elegante e sicuro, oltre che di una personalità interpretativa assai ben sviluppata in rapporto alla giovane età. Le notevoli qualità tecniche di Afkham si sono potute apprezzare immediatamente nell’ esecuzione dell’ interludio sinfonico Lumière et pesanteur di Kaija Saariaho, tratto dall’ oratorio La Passion de Simone che la musicista finlandese ha composto su un testo dedicato alla vita di Simone Weil e dal quale in seguito ha rielaborato questo brano dedicandolo a Esa-Pekka Salonen, suo compagno di studi, che ne ha diretto la prima esecuzione assoluta il 22 agosto 2009 a Helsinki. Come gli altri brani che abbiamo sin qui ascoltato durante questa stagione, anche Lumière et pesanteur conferma le notevoli affinità stilistiche della musica di Kaija Saariaho con la scrittura mahleriana, soprattutto per quanto riguarda l’ amore per i suoni ispirati dalla natura e la rarefazione timbrica caratteristica dell’ ultima produzione sinfonica del maestro. Tutto questo si traduce in atmosfere sonore estremamente sofisticate nell’ evocare una sorta di sinestesia tra timbri strumentali e colori pittorici, che rendono questa musica affascinante all’ ascolto come quella di pochi altri autori contemporanei.

Foto ©swrclassic.de
Foto ©Paolo Roversi

Come solista per questo appuntamento la SWR ha invitato Renaud Capuçon, quarantenne violinista francese originario di Chambéry che dopo aver studiato a Parigi ed essersi perfezionato con Thomas Brandis e Isaac Stern a Berlino fu notato da Claudio Abbado che nel 1997 lo volle come Konzertmeister della Gustav Mahler Jugendorchester e successivamente si è imposto all’ attenzione internazionale come uno tra i concertisti più interessanti delle ultime generazioni insieme al fratello Gautier, violoncellista. Renaud Capuçon, che suona il Guarneri del Gesù “Panette” del 1737 già appartenuto a Isaac Stern, ha dimostrato in pieno tutte le qualità che io avevo apprezzato ascoltando i suoi numerosi dischi, in una notevolissima lettura del Primo Concerto per violino di Shostakovich. Come tutti i violinisti delle ultime leve, anche Capuçon possiede mezzi tecnici assolutamente completi che lo mettono in grado di dominare senza il minimo problema le grosse difficoltà presentate da una parte solistica ideata su misura da Shostakovich per il formidabile virtuosismo di un artista leggendario come David Oistrakh. Ma quello che ho apprezzato maggiormente in questa esecuzione è stato il carisma interpretativo e la capacità dimostrata dal virtuoso francese nel creare atmosfere timbriche estremamente raffinate nel primo e nel terzo movimento, dove le sonorità quasi spettrali del violino si combinavano splendidamente con i timbri e i colori che David Afkham ha ottenuto da un’ orchestra in ottimo stato di forma. Forse si poteva desiderare un pizzico di aggressività sardonica in più nello Scherzo e nella Burlesque finale, ma in ogni caso questa lettura ha confermato tutte le qualità di un solista che si può davvero considerare tra i migliori nel panorama violinistico attuale. Splendida anche la lama argentata di suono con cui Capuçon ha eseguito la sua trascrizione della Danza degli Spiriti Beati di Glück eseguita come fuori programma.

Dopo la pausa, David Afkham ha offerto una eccellente lettura della Seconda Sinfonia di Brahms confermando ulteriormente tutte le migliori qualità di una personalità interpretativa che a me è apparsa ancora una volta davvero assai notevole. Il giovane direttore di Freiburg ha scelto un’ impostazione molto classica e composta, dando il massimo rilievo alla cantabilità melodica dei primi due movimenti e sottolineando molto bene gli scambi coloristici tra archi e fiati nell’ Allegretto grazioso, reso con una bella delicatezza e grande attenzione nella scelta delle dinamiche. Ottima anche l’ esecuzione del Finale, in cui Afkham ha graduato con grande cura la progressione ritmica sfociante in una fanfara finale la cui spettacolare esplosione appariva in questo modo assolutamente logica. Qualche imprecisione negli attacchi della sezione fiati non sminuisce il valore della buona prova fornita dalla SWR Symphonieorchester, la cui sezione archi è stata al contrario devvero impeccabile per compattezza e precisione di cavata. Successo assai vivo.

Annunci

Un pensiero su “SWR Symphonieorchester – Abo-Konzert 6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...