Arturo Benedetti Michelangeli – Beethoven: Sonata op. 111

Un fantastico video, risalente agli anni Sessanta, che ci mostra Arturo Benedetti Michelangeli interprete della Sonata op. 111 di Beethoven. Nessun commento sarebbe adatto a descrivere questa sconvolgente esecuzione, senza dubbio una delle più grandi di tutti i tempi dell’ ultima Sonata pianistica beethoveniana. Una testimonianza somma di arte interpretativa, da ascoltare e meditare a fondo!

 

Advertisements

10 pensieri su “Arturo Benedetti Michelangeli – Beethoven: Sonata op. 111

  1. Ho il vinile di questo concerto,e, come in ambito medico si conoscono i 10 farmaci da portare nell’isola deserta, cosi’ , in ambito musicale, questa e’ certamente una interpretazione da portare nella eventuale isola deserta.

  2. Mercoledi’ prossimo, a Genova assistero’ con Olivia al concerto di Pollini con in programma le sonate beethoveniane 109-110-111. Sara’ inevitabile il confronto

  3. Emozionante serata a Genova con Pollini e le tre ultime sonate per pianoforte di Beethoven, in breve, interpretazione forse agli antipodi rispetto alla lettura di Michelangeli ( a cominciare dai tempi, molto piu’ rapidi), ma ugualmente emozionante . Dovendo scegliere direi : entrambi !!

  4. Ma … Sviatoslav Richter e Wilhelm Kempff? Secondo me sono superiori sia a Michelangeli che a Pollini. Che ne dite?

      • E’ vero. E che dire di Annie Fischer, Ives Nat, Wilhelm Backhaus, Alfred Brendel, Friederich Gulda, u.s.w ? In effetti, nelle sonate non c’e’ una vera figura dominante, come succede nelle sinfonie con Furtwängler.

  5. generalmente le interpretazioni/esecuzioni di ABM hanno un grossissimo difetto: dopo averle ascoltate percepisci i limiti delle altre e non riesci tornare indietro

I commenti sono chiusi.