Omaggio a Galina Pavlovna Vishnevskaja (1926 – 2012)

Anche Galina Pavlovna Vishnevskaja ci ha lasciato, sempre nella giornata di ieri. Come omaggio alla memoria di questa straordinaria cantante voglio proporvi la versione filmata di una delle sue più grandi interpretazioni, quella della protagonista di Katerina Ismailowa, versione riveduta del 1963 della  Ledi Macbet Mzenskowo ujesda, di Dimitri Shostakovic, uno dei capolavori assoluti del teatro musicale del Novecento. Opera angosciosa, zeppa di fatti e di parole grevi, con personaggi tutti sgradevoli, per nulla virtuosi e poco intelligenti. Una specie di Wozzeck russo, dalla carica teatrale travolgente che conquista e avvince fin dal primo ascolto. Credo sia inutile e impossibile definire criticamente questo fantastico miscuglio di passionalità, di concentrazione, di piacere intellettuale, di adesione immediata che cattura gli spettatori oggi come ieri.

Galina Vishnevskaja e suo marito Mstislav Rostropovich furono amici intimi e collaboratori artistici del compositore, che alla cantante dedicò il ciclo liederistico su testi di Sasha Cernkij Satire (Immagini del passato) nel 1960, la sua orchestrazione dei Canti e danze della morte  di Musorgskij (1962) e le Sette romanze su poesie di Aleksandr Blok (1967). Dopo aver interpretato il personaggio di Katerina in questo film nel 1966, la Vishvevskaja incise nel 1978 anche la versione originale dell’ opera per la EMI, sotto la direzione del marito Mstislav Rostropovich.

Katerina L’ vovna Izmailowa – Galina Vishnevskaja
Sergei – Artem Inotemtsev (cantato da Vasil Tretyak)
Zinovy Borissowitsch Ismailow – Nikolai Boyarsky (cantato da Vyacheslav Radziyevsky)
Boris Timofejewitsch Ismailow – Alexandr Sokolov (cantato da Aleksandr Vedernikov)
L’ ubriaco del villaggio – Roman Tkachuk (cantato da Savely Strezhnev)
Sonetka – Tatyana Gavrilova (cantato da Valentina Reka)

Chorus and Orchestra  Shevchenko Opera and Ballet Theater, Kiev
direttore Konstantion Simeonov.

Regia: Mikhail Shapiro
Sceneggiatura: Nikolai Leskov Aleksandr Preis Dmitri Shostakovich
Fotografia: Rostislav Davydov Vladimir Ponomaryov

Advertisements

2 pensieri su “Omaggio a Galina Pavlovna Vishnevskaja (1926 – 2012)

  1. Di solito odio farlo, perchè ritengo inopportuno anche solo il tentare di spostare l’attenzione dall’ascolto pubblicato dall’autore con uno mio, però, se me lo permetti, vorrei aggiungere questo, per dare un mio personale saluto a Galina: http://www.youtube.com/watch?v=OT1cW7xYQT4
    1964: pensare che in sala quella sera c’era chi la trovava tanto malvagia da doverla fischiare…avercene di cantanti così, oggi!

    Grazie dello spazio, e buon lavoro a te!

I commenti sono chiusi.